Menu

Aspirina e statine può prevenire attacchi di cuore

30/09/2016 - nuova tecnologia

grave attacco di cuore aspirina e le statine sono i farmaci usati per prevenire gli attacchi di cuore, uno studio recente in “PLoS ONE” Journal ha dimostrato che farmaci aspirina per prevenire attacchi di cuore e le statine può anche ridurre
laurea.

lo studio del primo autore Dr Li Min Peking University Health Science Center, ha detto, i farmaci cardioprotettivi come l’aspirina, statine e & beta; bloccanti, questi farmaci nei pazienti ad alto rischio per i farmaci attacco di cuore per proteggere il cuore,
ridurre il rischio di attacco di cuore.

& ldquo; prima di questi farmaci per i pazienti con malattie cardiache sono verificati se i vantaggi sono chiari, e rdquo; ha detto Li.

ultimo uno studio osservazionale, lo studio ha incluso circa 15.000 casi.
Questo studio ha valutato l’uso di farmaci preventivi (tra cui l’aspirina, gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina enzimatici e inibitori del recettore, e statine e beta bloccanti;) a causa di sindrome (sindrome coronarica acuta, ACS) coronariche acute (ad esempio,
heart Attack) pazienti ospedalizzati effetto.

In questi pazienti, circa 7500 casi di pazienti con una storia di malattie cardiovascolari (malattie cardiovascolari, CVD), senza storia di malattia cardiovascolare prima che il resto dei pazienti.
La ricerca mostra che prima degli attacchi di cuore chemioprofilassi non utilizzati in pazienti rispetto a prima di usare il cuore chemioprofilassi attacco gravità della malattia cardiaca del paziente è più piccolo, più piccolo è il grado di aritmia.

& ldquo; abbiamo trovato che molti pazienti con malattia cardiaca a causa di vari motivi per smettere di prendere la medicina preventiva e II V della stessa.
Questo studio ha dimostrato chiaramente che, indipendentemente dal fatto che prima storia di malattia cardiaca, questi farmaci preventive possono ridurre nuovamente la gravità di un attacco cardiaco.
Pertanto, incoraggiare i pazienti a essere in grado di seguire i consigli del medico, insistere per prendere la medicina preventiva, e rdquo; ha detto il professor Michel Komajda direttore del programma europeo di cardiologia.